La perizia

Con la perizia vogliamo dare un voto alla barca esaminata.

L’armatore di solito richiede la perizia per due motivi principali, il primo è quando teme una fregatura e il secondo quando pensa che il prezzo sia troppo alto.In entrambe le situazioni c’è un elemento di sfiducia che bisogna superare solo se è possibile. Io per quanto è possibile premo per l’acquisto per quanto non possa nè voglia entrare nel merito se la barca piace o no. La perizia poggia su dati oggettivi, ma  cerca di trovare un accordo equo tra venditore e acquirente. Arrivando ad una valutazione  chiarisce a entrambi se l’acquisto è una buona opportunità o no.

 

Sezionarla idealmente in parti  e dare un voto ad ogni parte.

Ma come si arriva ad una valutazione globale? Di solito sezionando la barca in tante parti, scafo, motori, interni , impiantistica , entertainment, equipaggiamento ecc. e dando un voto per ciascuna di queste. La media chiarisce complessivamente mentrele insufficenze  indicano dove, se si acquisterà, bisognerà mettere le mani al più presto.

 

Leggere tutti i documenti di bordo comprese le fatture di manutenzione.

La divisione della perizia  in parti prende in esame  anche i documenti: una barca che ha subito molti interventi di cui non si sa nulla  non è una barca sicura.

 

Confrontarla con lo stato dell’arte.

Talvolta una verniciatura brillante o un motore potente possono mettere in ombra dei difetti  che la barca ha avuto fin da nuova. Non tutte le soluzioni sono uguali, e il tempo di solito seleziona le migliori. La perizia mette in luce anche la bontà del modello in questione in riferimento ai concorrenti.

 

Confrontarla con  barche usate dello stesso valore.

Due barche di uguale valore nell’usato non sempre hanno avuto lo stesso valore da nuove. L’alto valore usato privilegia la longevità cioè la buona costruzione, il modello classico, la bontà degli accessori, mentre l’assistenza postvendita , il brand, i finanziamenti  danno più valore al nuovo.

 

Fare una lista degli accessori  e valutarli per la loro  utilità.

Il barbeque  superaccessoriato può essere costoso, ma se la barca viene acquistata per fare lo sci nautico il suo valore agli occhi dell’acquirente scema.

 

 

Fare una lista degli accessori  e valutarne il valore.

Non si può comunque sottovalutare in fase di perizia il fatto che un buon pilota automatico, un tenderino o un’ancora  possano, nonostante la loro inutilità agli occhi del nuovo armatore, essere rivenduti con soddisfazione.

 

Se la barca ha un valore storico/artistico mettere anche questo sul piatto della bilancia.

quando la perizia prende in esame una barca che ha fatto parlare di sè, molto bella, molto veloce, antica o appartenuta ad una personalità, bisogna andare coi piedi di piombo e valutare anche questi aspetti “immateriali” che alterano comunque la valutazione della imbarcazione.

Consentire a chi la acquista, ripara, assicura di vederci chiaro.

La perizia “deve” andare a fondo e il perito ha i suoi limiti quando è necessario quindi ricorrere ad una diagnosi dell’olio o a una indagine a ultrasuoni o alla termografia lo si farà proprio per sanare una situazione che rimane incerta anche agli occhi di un perito esperto.

vai ai piani 

vai a sicurezza e comfort