4 barche per quattro anni. Verso una nautica sostenibile

 nautica sostenibile=  legno#, vela#, idrogeno#, ibrido#, bassi consumi#, turismo nautico costiero#.

Per la nautica sostenibile propongo  quattro barche : una motonave passeggeri possibilmente ad idrogeno, un cabinato a vela ed un motoryacht entrambi ibridi , una lobster  semidislocante a basso consumo. Le mie considerazioni a largo respiro.

Entriamo in  una crisi e senza dubbio ne usciremo cambiati. Le industrie saranno più lente ma gli artigiani reagiranno più velocemente spostandosi verso una nautica sostenibile.

  • Il legno è ecocompatibile, sostenibile riciclabile, acquistare barche di legno significa rendere più sostenibile la nostra passione e anche dare un segnale alla società che il petrolio e la plastica non sono insostituibili.
  • La vela è il modo tradizionale di usare le energie naturali  e va assolutamente confermato e rinnovato rendendolo più semplice e pratico. Non bisogna a mio parere andare verso lo “specialismo” come succede spesso negli sport. Vela facile e per tutti deve essere un “mantra”. I   regatanti e i professionisti avranno un pubblico più ampio.
  • Nonostante la vela facile la maggior parte degli utenti si divertirà con imbarcazioni a motore. In questo campo uscire dal dominio delle carene a v profondo cercando  il basso  consumo e velocità più ridotte con scafi più snelli  può essere una medicina generalmente accettabile.
  • Nel caso in cui la maggior parte delle uscite sia  a breve distanza dal porto d’armamento allora l’ibrido diventa il protagonista. Per una vasta classe di barche certi consumi energetici, in porto e in navigazione a bassa velocità,  sono preponderanti, vale dunque la pena fare un bel pieno di energia dalla banchina e non usare generatori diesel, in due parole non sprecare. In un secondo momento , spero tra pochissimo il vettore energetico potrebbe essere l’idrogeno, più efficace delle batterie e del petrolio. Potrebbe.
  • Il turismo nautico costiero potrebbe sembrare un controsenso eppure non possiamo combattere l’inquinamento da soli senza sensibilizzare il grande pubblico. Un turismo costiero  eco compatible, previsto anche dalle leggi europee è una leva per una nautica sostenibile che deve  avvicinare molte persone al mare ed accresce il numero di quelli che lo vogliono difendere come risorsa naturale condivisa.
  • https://www.pressmare.it/it/comunicazione/press-mare/2019-12-28/nautica-porti-balneari-crociere-turismo-costiero-24775
  • motonave passeggeri ecologica

    Vela con propulsione ausiliaria ibrida.