tecnica dory

Una barca a fondo piatto è abbastanza facile da costruire  soprattutto oggi quando possiamo disporre di legno compensato, in fogli di grandi dimensioni, stabile e resistente all’ambiente marino. Se si tratta di qualcosa di piccolo la si costruisce veramente con poche operazioni se si ha cura di non esigere dal materiale raggi di piegatura inferiori  a quelli naturali . La barca deve essere leggera, ma senza esagerare, esibire un rapporto lunghezza larghezza superiore a tre e un pescaggio modesto. Nella sezione trasversale i fianchi sono svasati, ad andamento  rettilineo . La poppa si stringe, molto se è una barca a remi , meno se la propulsione è a motore o a vela. L’ innalzamento del fondo nelle sezioni poppiere è modesto e talvolta nullo.

La difficoltà della costruzione è la  unione tra fondo e fianchi. Se fatta con un massello è necessario  sagomarlo con la doppia battura. Oggi questo dettaglio è reso semplice dalla tecnica del comento nastrato: “tape seam” i due fogli  di fasciame da unire    vengono adagiati  in uno stampo  più o meno robusto a seconda dello spessore dei compensati da piegare in esso e i lembi adiacenti sono tenuti vicini con diversi metodi . La giunta viene prima riempita con un cordone di stucco epossidico poi rifinito con forma regolare concava ed infine  laminata con uno o più nastri in fibra di vetro impregnati con resina epossidica. Il giunto così creato se sollecitato a rottura è più resistente del legno.

boat homebuilding

 

 

 

tape seam home boat building